Strumenti e Modelli di Calcolo

Siamo specializzati nello sviluppo e nell'utilizzo di software di calcolo numerico per la simulazione dei fenomeni di inquinamento atmosferico. Ci avvaliamo principalmente, ma non solo, delle suite modellistiche AriaIndustry e AriaRegional sviluppate e distribuite in collaborazione con Arianet e Aria Technologies.


Logo Arianet     Aria Technologies

Offriamo anche soluzioni basata sui modelli EPA, quali Aermod e Calpuff.


EPA

L'analisi dei dati è eseguita principalmente utiliizzando i software R [1], Python e QGIS.

R logo     Python logo     R logo

Utiliziamo i modelli di fluidodinamica computazionale (CFD) ENVI-net per gli studi sul microclima e OpenFOAM [2] in tutti gli altri casi.


envimet     OpenFOAM

impact_window

ARIA Impact

ARIA Impact è un software dotato di interfaccia user-friendly adatto per le esigenze di industrie, società di consulenza e agenzie di monitoraggio della qualità dell'aria.
Il modello è consistente con le normative sulla qualità dell'aria e fornisce gli elementi di base per la valutazione dei rischi sulla salute dell'uomo e il disturbo olfattivo. Calcola l'impatto a lungo termine degli agenti inquianti (gas o particolato) emessi da differenti tipi di sorgenti e fornisce la concentrazione di inquinanti e la deposizione (secca e umida) espresse come mendia annuale o percentile.
Il modello è anche dotato di un modulo per la simulazione della dispersione in calma di vento ed è in grado di tenere conto di fenomeni quali la riflessione dei pennacchi di gas nello strato di rimescolamento.


SPRAY e Micro-SPRAY

SPRAY è un modello lagrangiano a particelle tridimensionale adatto a studiare il trasporto e la diffusione di inquinanti non reattivi in terreno complesso, dalla microscala alla scala regionale.
Il codice simula il trasporto, la dispersione, la deposizione secca e umida e il decadimento radioattivo di specie aerodisperse chimicamente inerti rilasciate in condizioni meteorologiche complesse (vento basso, flusso su topografia complessa) spesso caratterizzate da inomogeneità spaziali e temporali delle variabili meteo-diffusive (ad es. profilo verticale del vento, brezza dovuta alla presenza di discontinuità nel terreno).
In aggiunta, è anche possibile riprodurre la dispersione di emissioni di particolato tenendo conto del settling gravitazionale verticale.
SPRAY può simulare emissioni da sorgenti puntuali, lineari o areali, continue e discontinue. Può anche calcolare le concentrazioni medie e istantanee su un grigliato tridimensionale definito dall'utente, differenziando il calcolo per "specie chimica" o per "sorgente".


code_image_1

FARM

FARM (Flexible Air quality Regional Model) è un modello euleriano fotochimico 2D/3D adatto a studiare il trasporto, la trasformazione chimica e la deposizione di inquinanti reattivi (foto-chimica e particolato) su scala urbana o regionale. Il codice è stato derivato dal modello STEM (G.R. Carmichael, Centre for Global and Regional Environmental Research, Univ. of Iowa).
Le principali caratteristiche di FARM includono: emissione da sorgenti areali e puntuali con calcolo del plume rise e assegnazione della massa al grigliato verticale; trasporto tridimensionale per avvezione e diffusione turbolenta; modulo di nuvola semplificato o dettagliato; trasformazione delle specie con chimica della fase gassosa e configurazione flessibile del meccanismo; rimozione secca degli inquinanti in funzione della meteorologia e dell'uso suolo locali; rimozione umida attraverso il processo di dilavamento da precipitazione, ecc.


trefic_window

TREFIC

TREFIC è uno strumento per il calcolo delle emissioni da traffico veicolare secondo la metodologia COPERT IV / Corinair sviluppata dall'Agenzia Europea per l'Ambiente.
Il codice gestisce il calcolo delle emissioni in atmosfera di ciascun arco stradale o sorgente areale, aggregato su una qualsiasi base temporale.


ArRisk

ArRisk

ArRisk è un sistema di modelli integrato che simula il trasporto e la diffusione in atmosfera di sostanze inquinanti. È basato su un modello lagrangiano a particelle ed è stato originariamente sviluppato per valutare le conseguenze di un rilascio accidentale di gas tossici. Include un modello per il calcolo delle dinamiche tipiche di scenari incidentali in siti industriali.
ArRisk può anche essere utilizzato per valutare l'impatto delle sorgenti odorigene e l'esposizione ad agenti tossici, cancerogeni o radioattivi.


[1] Il logo R è © 2016 The R Foundation ed è distribuito sotto i termini della licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International license (CC-BY-SA 4.0).

[2] Questo servizio non è approvato né supportato da OpenCFD Limited, società produttrice e distributrice del software OpenFOAM e proprietaria dei marchi commerciali OPENFOAM® e OpenCFD®.